Untitled

  • Raffaele Montepaone
  • 2014
  • N. Inv. 147.15.05
  • Edizione 9 + 2 AP
  • Categorie: Ritratto, Persone
Formato S
33x50cm Dimensioni
Digital C Print su carta Fuji DP II Tecnica
Cornice Vetrina Montaggio
 
33x50cm Dimensioni
Inkjet Pigmented Print su carta Hahenemuhle Photorag Ultra Smooth Tecnica
Montata su Dibond Montaggio
 

Le mani, elementi sensoriali fondamentali del corpo umano, sono l’oggetto e il soggetto delle fotografie della serie Hands. Le mani presenti negli scatti sono consumate dal tempo e dalla fatica, mani che hanno lavorato, esplorato, toccato la terra e altre mani, oggetti e brandelli di vita. Ad essere ritratti sono gesti quotidiani e quasi scontati, azioni della vita di tutti i giorni che passano inosservate e che acquistano, in questi scatti una profonda rilevanza. Ferme in una posa plastica, mentre impugnano un bastone, o in movimento, mentre sembrano disegnare movimenti esperti nell’aria, queste mani raccontano tanto di sé e delle persone che compiono questi gesti. L’obiettivo di Montepaone è attento, scruta dettagli e particolari che vengono valorizzati e resi protagonisti. Nelle sue fotografie queste mani solcate dai segni del tempo e della vita assumono pose scultoree e creano vere e proprie scene delle quali sono protagoniste.
Raffaele Montepaone cresce nel mondo dell’arte, muovendo i primi passi da adolescente nello studio fotografico di famiglia. Approfondisce l’arte fotografica durante il suo apprendistato: il suo percorso di formazione inizia con una 35 mm. Si concentra sul reportage, in cui pone al centro la figura umana in tutta la sua autenticità: il 2006 è l’anno dell’alluvione di Vibo Valentia, che il fotografo documenta nel progetto 3 Luglio 2006 e il cui ricavato è destinato alle popolazioni colpite. Da qui, nel 2007, nasce il suo progetto Life, il ritratto di uno spaccato di Calabria, sua terra natia, attraverso corpi e volti segnati dal tempo. Questi scatti sono così intensi che La Repubblica dedica loro la galleria fotografica Calabria in Bianco e Nero. Ottiene il premio Talent Prize 2015. Nel novembre 2015 espone a Parigi al Caroussel du Louvre con la galleria Spazio Farini 6. Il 2016 è l’anno in cui l’AFI (Archivio Fotografico Italiano) promuove una sua mostra personale a Legnano per il Festival Fotografico Europeo. Nello stesso periodo Christie’s batte una sua opera, che viene inserita nel volume Personaggi e paesaggi d’Italia, della stessa casa d’aste. Seguono un’esposizione collettiva a Grenoble, presso la Maison de L’International, ed una personale alla galleria EX-NIHILO. Scrivono di lui: Il Fotografo, Arts Life, Repubblica, Il Resto del Carlino, Insideart, Wall Street Journal, Vanity Fair, Le Petit Bulletin.