Untitled

  • Raffaele Montepaone
  • 2015
  • N. Inv. 147.15.11
  • Edizione 9 + 2 AP
  • Categorie: Persone, Concept
Formato S
33x50cm Dimensioni
Inkjet pigmented print su carta Hahnemuhle Tecnica
Cornice Vetrina Montaggio
 

Le mani, elementi sensoriali fondamentali del corpo umano, sono l’oggetto e il soggetto delle fotografie della serie Hands. Le mani presenti negli scatti sono consumate dal tempo e dalla fatica, mani che hanno lavorato, esplorato, toccato la terra e altre mani, oggetti e brandelli di vita. Ad essere ritratti sono gesti quotidiani e quasi scontati, azioni della vita di tutti i giorni che passano inosservate e che acquistano, in questi scatti una profonda rilevanza. Ferme in una posa plastica, mentre impugnano un bastone, o in movimento, mentre sembrano disegnare movimenti esperti nell’aria, queste mani raccontano tanto di sé e delle persone che compiono questi gesti. L’obiettivo di Montepaone è attento, scruta dettagli e particolari che vengono valorizzati e resi protagonisti. Nelle sue fotografie queste mani solcate dai segni del tempo e della vita assumono pose scultoree e creano vere e proprie scene delle quali sono protagoniste.
Raffaele Montepaone cresce nel mondo dell’arte, muovendo i primi passi da adolescente nello studio fotografico di famiglia. Approfondisce l’arte fotografica durante il suo apprendistato: il suo percorso di formazione inizia con una 35 mm. Si concentra sul reportage, in cui pone al centro la figura umana in tutta la sua autenticità: il 2006 è l’anno dell’alluvione di Vibo Valentia, che il fotografo documenta nel progetto 3 Luglio 2006 e il cui ricavato è destinato alle popolazioni colpite. Da qui, nel 2007, nasce il suo progetto Life, il ritratto di uno spaccato di Calabria, sua terra natia, attraverso corpi e volti segnati dal tempo. Questi scatti sono così intensi che La Repubblica dedica loro la galleria fotografica Calabria in Bianco e Nero. Ottiene il premio Talent Prize 2015. Nel novembre 2015 espone a Parigi al Caroussel du Louvre con la galleria Spazio Farini 6. Il 2016 è l’anno in cui l’AFI (Archivio Fotografico Italiano) promuove una sua mostra personale a Legnano per il Festival Fotografico Europeo. Nello stesso periodo Christie’s batte una sua opera, che viene inserita nel volume Personaggi e paesaggi d’Italia, della stessa casa d’aste. Seguono un’esposizione collettiva a Grenoble, presso la Maison de L’International, ed una personale alla galleria EX-NIHILO. Scrivono di lui: Il Fotografo, Arts Life, Repubblica, Il Resto del Carlino, Insideart, Wall Street Journal, Vanity Fair, Le Petit Bulletin.