Rennfara

  • Edoardo Miola
  • 2013
  • N. Inv. 22.14.06
  • Edizione 100 + 2 AP
  • Categorie: Animali, Paesaggio
Formato M
39x60cm Dimensioni
Digital C Print su carta Fuji DP II Tecnica
Sola stampa Montaggio
 
39x60cm Dimensioni
Digital C Print su carta Fuji DP II Tecnica
Montata sotto plexiglass Montaggio
 

La fotografia in bianco e nero gioca sul paesaggio innevato che sembra perdersi all’infinito; non c’è alcuna traccia della presenza umana, a prendere la scena è la natura selvaggia, popolata dalle renne. Il fotografo è una presenza esterna ed estranea ma allo stesso tempo artefice di questa documentazione che permette di vivere in prima persona gli scorci e gli orizzonti delle terre nordiche.
Edoardo Miola da sempre coltiva la passione per i viaggi. Dopo l’Europa approda in Asia, visita Iran e Afghanistan, conosce il Nord Africa, i paesi Arabi, l’Indocina e si lascia incantare dall’Australia. Ogni viaggio è l’occasione per condurre ricercate documentazioni fotografiche su paesaggi e popolazioni che animano il mondo. Espone per la prima volta le sue fotografie nel 2011, in Svezia, presso la Galleri 1 di Skelleftea. Nel 2012 a Palazzo Rosso (Genova) espone, curandola in prima persona, Deja Vu - Soi Cowboy, la serie di scatti fotografici che nasce da un viaggio dell’autore a Bangkok con i suoi maestri Steve Mc Curry e Mike Yamashita. La mostra è riproposta collateralmente negli spazi della Galleria d'arte Paola Meliga di Torino, la stessa galleria che nel 2014 ospita la sua personale Petit Royaume: Mustang Nepal Fotografie di un viaggio d’autore in piccolo formato. Nel 2013 ottiene il secondo premio per la fotografia Communication  al Nikon Photo Contest 2012-2013. Nello stesso anno, partecipa con Satura Art Gallery alla Fiera Internazionale dell’Arredamento e del Design di Milano. Nel 2015, partecipa a MIAMilan Image Art Fair – con uno stand personale e vince il premio My LifeStyle. Nel suo passato di architetto si è concentrato sulla progettazione e sulla realizzazione di prototipi e oggetti di design, collaborando con i più noti architetti della scena mondiale. Attualmente vive tra l’Italia, la Svezia e il Sud Africa.