Post Office

  • Edoardo Miola
  • 2015
  • N. Inv. 22.14.07
  • Edizione 100 + 2 AP
  • Categorie: Interni
Formato M
46x70cm Dimensioni
Digital C Print su carta Fuji DP II Tecnica
Sola stampa Montaggio
 
46x70cm Dimensioni
Digital C Print su carta Fuji DP II Tecnica
Montata sotto plexiglass Montaggio
 

Capita, nei piccoli villaggi della Svezia, che l’ufficio postale sia in realtà situato dentro l’abitazione privata del postino, mescolando in questo modo la sfera pubblica e quella privata. La fotografia ritrae un ambiente intimo tipicamente nordico nelle atmosfere; un abat-jour appoggiata su un mobile di legno, due piccole lampade a soffitto, una candela, dei fiori, un quadro e dei piccoli oggetti ricordo. La finestra interrompe la ripetizione geometrica della tappezzeria ma la sua visuale è in continuità con l’ambiente raccolto e ovattato della campagna svedese.
Edoardo Miola da sempre coltiva la passione per i viaggi. Dopo l’Europa approda in Asia, visita Iran e Afghanistan, conosce il Nord Africa, i paesi Arabi, l’Indocina e si lascia incantare dall’Australia. Ogni viaggio è l’occasione per condurre ricercate documentazioni fotografiche su paesaggi e popolazioni che animano il mondo. Espone per la prima volta le sue fotografie nel 2011, in Svezia, presso la Galleri 1 di Skelleftea. Nel 2012 a Palazzo Rosso (Genova) espone, curandola in prima persona, Deja Vu - Soi Cowboy, la serie di scatti fotografici che nasce da un viaggio dell’autore a Bangkok con i suoi maestri Steve Mc Curry e Mike Yamashita. La mostra è riproposta collateralmente negli spazi della Galleria d'arte Paola Meliga di Torino, la stessa galleria che nel 2014 ospita la sua personale Petit Royaume: Mustang Nepal Fotografie di un viaggio d’autore in piccolo formato. Nel 2013 ottiene il secondo premio per la fotografia Communication  al Nikon Photo Contest 2012-2013. Nello stesso anno, partecipa con Satura Art Gallery alla Fiera Internazionale dell’Arredamento e del Design di Milano. Nel 2015, partecipa a MIAMilan Image Art Fair – con uno stand personale e vince il premio My LifeStyle. Nel suo passato di architetto si è concentrato sulla progettazione e sulla realizzazione di prototipi e oggetti di design, collaborando con i più noti architetti della scena mondiale. Attualmente vive tra l’Italia, la Svezia e il Sud Africa.