Alvar Aalto

  • Antonella Sacconi
  • 2013
  • N. Inv. 243.15.02
  • Edizione 100 + 2 AP
  • Categorie: Architettura
Formato S
50x33cm Dimensioni
Digital C Print su carta Fuji DP II Tecnica
Cornice Vetrina Montaggio
 
Formato M
40x60cm Dimensioni
Digital C Print su carta Fuji DP II Tecnica
Sola stampa Montaggio
 
40x60cm Dimensioni
Digital C Print su carta Fuji DP II Tecnica
Montata sotto plexiglass Montaggio
 
40x60cm Dimensioni
Inkjet pigmented print su carta Hahnemuhle Tecnica
Cornice Vetrina Montaggio
 

Precisione e geometria sono le idee che immediatamente affiorano nella mente appena ci si approccia a questa immagine, caratterizzata da forme nitide in armonia tra di loro. I rettangoli e i quadrati che sono accostati nella composizione hanno perso il loro candore e portano impressi i segni del tempo. Il rigore delle sagome spigolose viene tagliato dalla scala percorsa da una ragazza che va verso l’alto.
Insegnante di italiano e latino a Firenze, coltiva da sempre una forte passione per la fotografia: l’istinto naturale per lo scatto l’ha allontanata spesso dalla città natale per dedicarsi all’esperienza del viaggio, sempre accompagnata dalla macchina fotografica.
Laureata in archeologia greca, si concentra sull'architettura contemporanea, ritrovando nel "moderno""l'antico": i suoi edifici, riprodotti in parte o per intero nei suoi scatti, sono sempre accompagnati da una presenza umana che gioca con l’architettura.
Antonella Sacconi è finalista della IX edizione del NikonForum PhotoContest con pubblicazione della foto selezionata sul libro Nikon 2015;nel mese di settembre 2015 esce una sua intervista corredata di foto sul portale ADA (Associazione Donne Architetto), come accade nel febbraio 2016 per il mensile Digital Camera.  Ha avuto la Menzione d’onore Leica Talent - Fotografia di viaggio e il quarto premio al concorso nazionale Wiki Loves Monuments 2014 con la foto Vertigo. Questo risultato viene riconfermato con due importanti pubblicazioni sulla rivista Fotocult nel 2014 e nel 2015. Due suoi scatti sono stati scelti dalla galleria Black Box di Portland per Landscape and Architecture e per l'online Anne-exibition nel settembre 2015. È protagonista della mostra Homo Faber  presso il Caffè Letterario Le Giubbe Rosse a Firenze  nel mese di marzo 2016.