Genova eteroide

  • Claudia Galeazzi
  • 2014
  • N. Inv. 297.16.04
  • Edizione 100 + 2 AP
  • Categorie: Architettura

Genova è la città delle contraddizioni, degli opposti che si attraggono e danno vita a una realtà caotica, frenetica, entusiasmante. In Genova eteroide le infinite anime della città coesistono e si sovrappongono dando vita a un’immagine densa, ricca, intensa. La fotografia è composta di tre scatti parzialmente sovrapposti, dove i palazzi della città si ripetono in una moltitudine che confonde lo sguardo e dipinge un ritratto veritiero di una città dall’animo sfaccettato. I colori di Genova rivivono sui muri dei palazzi, abbracciati da un cielo soffice che culla la città.
Il percorso formativo dell’artista comincia con una preparazione linguistica al liceo, alla quale segue un anno di Filosofia presso l’Università Cattolica di Milano. Nello stesso periodo si rende conto di voler fare della sua passione, l’arte in generale, il suo principale campo di attività e per questo decide di abbandonare gli studi di Filosofia in favore dell’Accademia NABA, dove si iscrive al corso di Media Design. Arte, comunicazione e nuove tecnologie rappresentano per lei materiale di lavoro quotidiano, e inizia così la sua collaborazione con riviste locali come fotografa e assistente in set cinematografici. La sua precoce professionalità le permette di lavorare molto presto a fianco di registi del calibro di Paolo Virzì, oltre che per major televisive quali Mtv e Mediaset, partecipando alla realizzazione di film e serie televisive. Da sempre affascinata dal mondo audiovisivo, Claudia Galeazzi si propone come videomaker e fotografa: i suoi prodotti sono caratterizzati da precisione nelle forme e armonia estetica, con particolare attenzione all’uso della luce e al ruolo centrale del bianco e nero.