Sintesi dell'Anima

  • Stefano Regazzoni
  • 1999
  • N. Inv. 356.16.10
  • Edizione 30 + 2 AP
  • Categorie: Paesaggio

La ricerca artistica di Stefano Regazzoni dimostra costantemente attenzione e sensibilità nei confronti del paesaggio naturale, declinato in ogni scatto secondo un modus operandi di volta in volta differente. All’interno della serie Nature’s Shapes, egli conduce un viaggio attraverso le diverse sfaccettature della natura, fornendo il pretesto per avviare una riflessione sull’essenza formale di questi luoghi, colti in tutta la loro magnifica potenza comunicativa. Ciò che a prima vista più colpisce è la vastità di questi paesaggi, scenari ampi e sconfinati in cui è facile perdersi con lo sguardo e con la mente. Non vi è alcun intento meramente documentaristico, ma chiara volontà di lasciarsi affascinare e catturare da queste forme naturali. Volumi, colori, luci, geometrie e superfici danno vita ad ambientazioni a tratti surreali che richiamano alla memoria molti dei paesaggi americani dipinti da Georgia O’Keeffe. Una visione d’insieme ma al tempo stesso ravvicinata ci proietta in questa nuova dimensione, dove è possibile intraprendere un viaggio interiore ed emozionale fatto di suggestioni nuove e totalizzanti, e dove tutto appare armonioso e incontaminato, quasi eternamente sospeso.
Nato e cresciuto a Milano, Stefano Regazzoni inizia ad interessarsi di fotografia nel 1987. Il primo periodo di attività lo vede studiare e approfondire da autodidatta vari aspetti della sua nuova passione: esplora l’ambito del ritratto e della fotografia paesaggistica, passando per la ripresa di oggetti in movimento con la fotografia sportiva. Ma è la fotografia di argomento architettonico che determina il momento cruciale nella sua attività. Progetta un supporto per le macchine fotografiche medium-format e, brevettato nel 2001, viene riconosciuto e menzionato in vari periodici del settore. 
Segue immediatamente una svolta artistica e professionale: da sempre instancabile viaggiatore, Regazzoni decide di unire le due passioni. Scatta in ogni parte del mondo, concentrando la sua attenzione sulla fotografia paesaggistica delle più remote e affascinanti aree del pianeta. Questa esperienza porta alla pubblicazione di Deserts nel 2002,ritratto di alcuni tra i più famosi deserti della Terra quali Sahara, Kalahari, fino all’Outback australiano. Il 2004 è l’anno di Egypt e New Zealand, pubblicati entrambi da Edicart.