Stanza n.12 (il mio luogo inviolabile)

  • Paolo Vergnano
  • 2015
  • N. Inv. 59.15.03
  • Edizione 100 + 2 AP
  • Categorie: Concept, Interni, Animali
Formato S
50x33cm Dimensioni
Digital C Print su carta Fuji DP II Tecnica
Cornice Vetrina Montaggio
 
Formato M
80x53cm Dimensioni
Digital C Print su carta Fuji DP II Tecnica
Sola stampa Montaggio
 
80x53cm Dimensioni
Digital C Print su carta Fuji DP II Tecnica
Montata sotto plexiglass Montaggio
 

Un lungo corridoio è invaso da un’atmosfera onirica in cui rivivono sogni e visioni, ora allucinazioni ora desideri repressi, custoditi da questo gruppo di Oche Cignoidi. Animali eleganti, devono il loro nome al loro portamento regale e fiero che le fa assomigliare a cigni. Sono guardiane di un luogo inviolabile e invalicabile, metafora dell’inconscio umano. Il collo lungo e grazioso rende le oche agili e altezzose, anche mentre si scambiano sguardi attenti, pronte a emettere il loro suono più caratteristico, alla prima minaccia di pericolo, per difendere l’inviolabilità di un posto ricco di storie personali.
Le campagne delle Langhe fanno da sfondo alla serie Stanze, ambientata in luoghi abbandonati e solitari, distrutti dal tempo e dall’incuria, ma ricchi di fascino e popolati da animali che appaiono come presenze simboliche, stranianti e surreali. Il titolo della serie rimanda a luoghi intimi e personali, reminiscenze che affiorano alla memoria.
Paolo Vergnano si avvicina alla fotografia prediligendo il mondo animale, coerentemente al suo percorso formativo – è biologo specializzato nel settore della microbiologia alimentare e ambientale. Biologia e amore per la natura connotano la sua ricerca artistica che si concretizza espressivamente per la prima volta con la serie Stanze. Nel 2012 espone a Oasis Photo Contest, il Premio Internazionale di Fotografia Naturalistica organizzato dalla rivista Oasis . Nel 2014 è protagonista delle scene artistiche torinese e milanese. A Torino espone in occasione di Photissima Prize e partecipa a The Others Art Fair Torincon la galleria Paola Sosio Contemporary. A Milano partecipa a Premio Arte 2014, esponendo negli spazi del Palazzo della Permanente, e aderisce all’asta organizzata da Christie’s presso la Gam in favore della Comunità Nuova – Onlus. Lo stesso anno prende parte alla IV Rassegna di Arte Contemporanea, curata da Daniel Buso nello storico palazzo medievale Ca’ dei Carraresi (Treviso). Ancora, nel 2014, viene selezionato da Patrizia Bottallo per intervenire nell’esposizione collettiva Temporary Show IV, nella sede dello Scrigno dell'arte di Monchiero (Cuneo). Nel 2015, Paolo Vergnano riceve la lode nella top 40 dei Sony World Photography Awards e con una fotografia della serie Stanze vince la prima edizione di Visions Collection, un concorso organizzato da Malamegi Lab Art Foundation.