L'atlante della memoria

L’atlante della memoria è il titolo della mostra fotografica nata dalla sinergia tra Alidem e UBI Banco di Brescia.
L’evento si è tenuto lunedì 30 novembre presso la filiale di Via Silvio Pellico 10/12 a Milano.

Opere di:
Nicola Bertellotti, Mark Cooper, Jan Kaesbach, Diego Kuffer, Paolo Hyena Lasagni, Gianni Maffi, Angelo Morelli, Andrea Pozzuoli, Ugo Ricciardi, Marco Siracusano, Paolo Vergnano, Giovanni Villa.

L'atlante delle immagini è la costruzione di un sogno enciclopedico, la mappatura visuale dell’arte attraverso la storia della fotografia e l’evocazione della nostra storia.
Le immagini costruiscono e custodiscono la nostra memoria, la moltiplicano in quella spirale infrangibile che è l’intricato e affascinante DNA dell’umanità.
Lo storico dell’arte Aby Waburg per primo a provato a mettere ordine, a orientarsi in questo flusso visivo ed emotivo continuo: opere d’arte, pagine di manoscritti, reperti archeologici, carte da gioco, ritagli di giornale, etichette pubblicitarie compongono il suo atlante della memoria, non concluso perché mai concludibile.
Dotate di un primordiale potere di evocazione, le immagini sono i testimoni della nostra storia.
La giustapposizione delle opere di Nicola Bertellotti, Mark Cooper, Jan Kaesbach, Diego Kuffer, Paolo Hyena Lasagni, Gianni Maffi, Angelo Morelli, Andrea Pozzuoli, Ugo Ricciardi, Marco Siracusano, Paolo Vergnano e Giovanni Villa è un viaggio alla ricerca del tempo sospeso e di quello perduto, per ricordarci che la memoria è un multiforme tessuto di immagini universali.